Passare da una dieta ricca di grassi saturi a una con alto contenuto di grassi monoinsaturi , può aiutare a perdere peso , anche se non si mangiano meno calorie, secondo uno studio pubblicato sul “British Journal of Nutrition” nel settembre 2003 [ 1 ]. Non esiste un olio da cucina che sia adatto per tutti gli usi. Esistono però degli oli che hanno un alto contenuto disponibile di grassi monoinsaturi.

Olio d’oliva

L’olio extra vergine di oliva è uno degli oli più sani ed è adatto per la cottura in forno e friggere. L’olio di oliva raffinato non ha la maggior parte delle sostanze benefiche contenute nell’extra vergine, ma ha un punto di fumo più alto, che lo rende adatto per la cottura a fuoco alto. Sia il vergine di oliva che olio di oliva raffinato contengono il 78% di grassi monoinsaturi e il 14% di grassi saturi.

Olio di colza

L’olio di colza contiene prevalentemente grassi monoinsaturi per il 62%, e contiene solo il 7% di grassi saturi. Ciò lo rende uno degli oli con più basso contenuto di grassi saturi.

L’olio di colza contiene anche una piccola quantità di grassi essenziali omega-3. Ha un punto di fumo medio-alto, come l’olio extra vergine di oliva. Ha però un sapore più delicato. Può essere usato per fare tutti i piatti ad eccezione di quelli che richiedono doratura, croccantezza, date da frittura a fuoco alto.

Olio di Noci e Semi

Alcuni oli di noci e semi forniscono anche elevate quantità di grassi monoinsaturi.

L’olio di nocciola ha un elevato punto di fumo con l’82% di grassi monoinsaturi e solo il 7 per cento di grassi saturi.

Se parliamo dell’olio di semi di girasole contiene il 79 per cento di grassi monoinsaturi e il 14 per cento di grassi saturi.

L’olio di mandorle contiene il 65 per cento di grassi monoinsaturi e il 7 per cento di grassi saturi.
Entrambi questi oli hanno un punto di fumo elevato, che li rende adatti per tutti i tipi di cottura.

L’olio di noce di Macadamia ha un punto di fumo leggermente inferiore. E’ simile a quello di colza e all’olio extra vergine di oliva, ma contiene 84% di grassi monoinsaturi e il 13 per cento di grassi saturi.
Oli di noce, sesamo, semi di zucca e di arachidi contengono una quantità di grassi monoinsaturi inferiore al 50%. Questo li rende  meno vantaggiosi per la perdita di peso.

Considerazioni Sulle Calorie

A prescindere da quale olio si sceglie, è necessario consumarne con moderazione se si vuole perdere peso. Tutti gli oli sono di fatto 100% grassi, con 9 calorie per grammo. Un cucchiaio di olio contiene circa 124 calorie.

All’incirca per perdere un chilo di grasso bisognerebbe avere un deficit calorico di 7800 calorie. Significa che per perdere 1 kg di adipe in un mese, bisogna ridurre le calorie giornaliere di 260. Quindi mangiare meno calorie o meglio, e fare più attività fisica. Se vuoi puoi calcolare facilmente quante calorie al giorno mangiare per perdere peso.

Quale Olio E’ Migliore Per Perdere Peso?
5 (100%) 5 votes

Le persone stanno anche leggendo