Il ritmo alimentare , così come la porzione dei pasti è parte integrante della dieta equilibrata . Una frequenza dei pasti costante e ragionata , ti permette di mantenerti in forma e rimanere in buona salute.

L’importanza del ritmo alimentare

Il ritmo alimentare ha un ruolo considerevole quando si vuole perdere peso o restare in forma:

  • Permette di ingerire il numero di calorie e i nutrienti necessari per il funzionamento del corpo che difficilmente si riuscirebbe a gestire in un singolo pasto.
  • Fornisce in maniera costante l’energia di cui necessita il corpo. Impedisce in particolare le crisi di ipoglicemia.
  • E’ un punto di riferimento per il nostro organismo. I segnali di fame e sazietà, sono utilizzati per inquadrare e definire meglio le porzioni di cibo da assumere in determinati momenti.
  • Il ritmo alimentare fornisce le risposte per avvicinarsi il più possibile alle esigenze fisiologiche del corpo.

Frequenza dei pasti in pratica

Un buon ritmo alimentare deve contenere:

  • 3 pasti principali  : colazione, pranzo e cena. Essi sono essenziali. Saltarli frequentemente incide in modo importante sul corpo e può essere un fattore che incide su peso e salute generale. Ci sono diverse ricerche che mostrano come, per esempio, saltare la colazione aumenti l’indice di massa corporea e il giro vita [ 1 ].
  • 1-2 spuntini  : per esempio uno intorno alle 10 e un altro alle 16. Possono essere opzionali (tranne che per i bambini e gli adolescenti). Per gli adulti sono importanti se si soffre di cali di zuccheri, se si sono fatti allenamenti pesanti, se si è mangiato poco durante  i pasti principali. Tutto questo al fine anche di non arrivare troppo affamati al pasto successivo ed eccedere con porzioni esagerate.

Casi eccezionali e altri ritmi alimentari possibili

Il ritmo di alimentazione ideale è a volte incompatibile con la vita professionale o semplicemente con le nostre esigenze individuali. Abbiamo bisogno di “ascoltarci meglio” per poi adattarci ed evitare carenze o eccessi.

Lavoro notturno

Il ritmo biologico della notte non è uguale come di giorno. Di giorno (stato  di veglia) le cellule immagazzinano le materie prime che serviranno per il rinnovamento cellulare durante la notte; serviranno per costruire, riparare e accrescere.

E’ meglio evitare snack o spuntini notturni. Meglio è un pasto che assomigli a un pranzo prima di iniziare il lavoro, un pasto che assomigli alla cena durante la notte ( in pausa ) e una colazione completa la mattina finito il turno.

Tanti piccoli pasti

In effetti tre spuntini sono necessari per compensare un pasto principale piuttosto ridotto o se si pensa che durante la giornata non si avrà il tempo per un pasto da seduti. Idealmente alle 10 , alle 16 e alle 22 sono finestre temporali consigliate. Se vuoi puoi dare uno sguardo ai consigli su cosa mangiare prima di andare a letto .

Ritmo Alimentare
5 (100%) 8 votes

Le persone stanno anche leggendo